corsi formazione professionisti

Data Management: gestione dei dati aziendali

Una delle maggiori ricchezze che le aziende possiedono sono i propri dati. Pensiamo solamente a quanto possa essere grande il database di una banca, di un’assicurazione, di un social network o di una società che fornisce servizi elettrici. Tuttavia possedere semplicemente immense quantità di dati non basta: le aziende vincenti del nuovo millennio sono quelle che, tramite il Data management, riescono a utilizzare questa mole infinita di dati per estrarne informazioni precise e concise, che permettano di guidare la strategia e la visione aziendale secondo un approccio Data Driven.

Usare proficuamente tutti questi dati però non è affatto semplice. Spesso sono incompleti, incorretti, destrutturati o sono talmente tanti che sono impossibili da organizzare. Per questo le aziende che vogliono essere competitive sul mercato sono alla continua ricerca di professionisti dei dati, che le aiutino a far fruttare l’immenso potenziale di informazioni che possiedono in tempi rapidi.

Le figure professionali di Data Scientist, Data Engineer e Data Management Consultant sono diventate tra le più richieste del mercato del lavoro e il loro impiego nel futuro è destinato ulteriormente ad aumentare.

Il Corso di “Data Management: gestione dei dati aziendali” nasce dunque dalla consapevolezza del contesto lavorativo-economico dei nostri giorni. Il corso si pone l’obiettivo di fornire una formazione mirata per lavorare e specializzarsi nel settore della gestione dei dati aziendali, formando profili completi, insistendo su una formazione a trecentosessanta gradi che si approcci alla materia del dato da diversi punti di vista.

A differenza di tutti gli altri corsi che propongo, questo non è esclusivamente tecnico. La percentuale di tempo utilizzata per programmare sarà comunque elevata, ma non completamente predominante come negli altri corsi. Utilizzeremo parte delle lezioni per:

  • conoscere quali sono i vari step lungo l’intero processo di lavorazione dei dati;
  • parlare di progettazione di database (a questo link trovi un articolo sul db progettato in un corso precedente)
  • discutere di metodologie di lavoro agili e del framework Scrum;
  • diventare consapevoli dell’importanza di testare adeguatamente il nostro codice e di comunicare i nostri risultati in modo proficuo e coinvolgente.

Sviluppare delle competenze tecniche di programmazione resta comunque fondamentale in un percorso di questo tipo, perciò impareremo i due linguaggi cardine per l’analisi dei dati: SQL e Python.

 

Il programma del corso di Data Management: le skill da acquisire per il lavoro del futuro

Il corso sarà diviso in tre moduli, volti ad acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per occuparsi di Data Management per aziende in modo estremamente efficace. 

Concetti di Data Management e progettazione di un database di reportistica

Inizieremo introducendo i concetti fondamentali sull’analisi dei dati. Integreremo sempre le nozioni teoriche con l’acquisizione di competenze tecniche. L’obiettivo finale di questa parte sarà disegnare un processo di data analysis e progettare un database di reportistica.

Durante questa prima sezione risponderemo a domande come:

  • Che cosa indicano tecnicamente il termine dato e il termine informazione?
  • Cos’è un sistema informativo e cos’è una base di dati?
  • Che cosa intendiamo quando parliamo di DBMS o di RDBMS?
  • Quali caratteristiche deve avere un database di reportistica.
  • Che cosa vuol dire progettare?
  • Quali sono gli stadi della progettazione?
  • Quali tipologie di dati ci aspettiamo di trovare in una banca?
  • Come gestiamo i dati sconosciuti?
  • Cosa sono le tabelle delle dimensioni, dei fatti e delle fotografie?
  • Come storicizziamo le informazioni e i cambiamenti?
  • Come si passa da un database a un Data Warehouse?
  • Esistono altri modelli di progettazione?

Linguaggi di programmazione per l’analisi dei dati

Continueremo il corso studiando i due linguaggi di programmazione cardine per lavorare con i dati: SQL per le analisi dichiarative e Python (in particolare la libreria di Machine Learning Pycaret) per le analisi predittive.

Introdurremo l’SQL spiegando quali sono le peculiarità dei linguaggi dichiarativi, cosa vuol dire che l’SQL è un linguaggio english-like e perché abbia avuto tanto successo.

Ci addentreremo anche nei tecnicismi del linguaggio:

  • Cos’è una query?
  • Com’è costruita?
  • Quali sono le differenze tra ordine logico e ordine di esecuzione?
  • Impareremo ad usare le clausole principali Select, From, Where, Join, Group By, Having, a concatenare il codice tramite subquery e ad incapsularlo in stored procedure.
  • Vedremo come creare e aggiornare un database utilizzando le istruzioni Create, Update, Delete, Insert e Truncate, oltre a studiare i tipi di dati, le chiavi primari, le chiavi esterne e i vincoli.

La nostra attenzione sarà poi rivolta al linguaggio Data Scientist – oriented per eccellenza: Python. Vedremo come importare i dati all’interno dei Dataframe e di come creare e condividere modelli di Machine Learning tramite la libreria Pycaret.

Agile Project Management, test e comunicazione dei risultati

Nell’ultima sezione del corso vedremo come comunicare efficacemente i risultati delle nostre analisi, introdurremo le basi di Project Management secondo il PMBOK e i principi del Manifesto Agile, approfondendo in particolare il funzionamento del sempre più utilizzato framework di lavoro SCRUM, idoneo a gestire la complessità dei progetti di Data Management.

 

Informazioni generali e corsi correlati

In questa pagina trovi tutte le informazioni su prezzi, durata, modalità di erogazione e materiali dei miei corsi. Se sei interessato ad una formazione prettamente tecnica, visita la pagina del corso sulla data science.

 

Alcune recensioni dei miei studenti

Ottima professionalità persona competente di ottima comunicazione

Marco Germenia
27/10/20

positive review Umanamente e professionalmente uno dei migliori insegnanti che abbia mai incontrato nella mia carriera da studente universitario. Con questo ti voglio ringraziare per il tuo prezioso aiuto.

Salvatore K. Maltisotto
15/09/19
Torna su