corso oracle

Corso Oracle e il linguaggio PL-SQL

Il corso “Oracle e il linguaggio PL-SQL” è rivolto a chi ha già delle conoscenze di base sui database relazionali e sulla programmazione SQL e desidera scoprire particolarità, funzionalità aggiuntive, ma anche le insidie, proprie del linguaggio PL-SQL in ambiente Oracle.

Durante il corso tratteremo inizialmente le principali peculiarità e differenze del PL-SQL rispetto all’SQL standard e al T-SQL di Microsoft Sql Server. Semplicemente analizzando gli acronimi dei linguaggi troveremo le prime  differenze significative: infatti se la parte Structured Query Language è in comune, il prefisso PL in PL SQL sta per “Procedural Language” riferendosi dunque alla possibilità di un paradigma procedurale da affiancare alle peculiarità dichiarative dell’SQL. Questo si rifletterà immediatamente sul codice: in una stored procedure scritta su Oracle vedremo un uso più frequente di cursori, cicli e condizioni if a cui (giustamente) non siamo abituati se abbiamo lavorato sempre in ambito SQL Server.

Discuteremo e ci eserciteremo su quei comportamenti essenziali da conoscere, al fine di evitare i frequenti e gravi errori originati dal passaggio da un ambiente di lavoro ad un altro senza le dovute accortezze e competenze. In seguito vedremo come utilizzare il PL-SQL per scrivere delle stored procedure efficienti, performanti, leggibili e con una corretta gestione delle transazioni e degli errori.

 

Il programma del corso Oracle e il linguaggio PL-SQL

Il corso è diviso in tre sezioni.

Peculiarità del PL/SQL e confronto con il T-SQL

Partiremo analizzando le principali differenze tra il PL-SQL e il T-SQL su tematiche inerenti i tipi di dato, il rapporto tra null e stringa vuota, le regole di comparazione tra testi e la gestione delle transazioni.

Analizzeremo le peculiarità proprie della sintassi di Oracle come il modo di interrogare, visualizzare e manipolare le date, oltre alle principali funzioni per gestire le stringhe. Vedremo inoltre come utilizzare cte, subquery, tabelle temporanee e analytic function in analogia con gli altri RDBMS.

Per queste analisi utilizzeremo il client gratuito Sql Developer, oltre a dare un’occhiata al comodissimo tool online Oracle Live SQL e all’interfaccia a linea di comando SQL Plus.

I blocchi del PL-SQL

A questo punto entreremo nel vivo del linguaggio PL-SQL parlando dei blocchi anonimi e named. Vedremo la classica struttura di un blocco secondo il paradigma Declare – Begin – Exceptions – End, analizzando subito i potenti mezzi che Oracle ci mette a disposizione per dichiarare variabili dal tipo dinamico e gestire efficientemente gli errori.

Vedremo casi pratici in cui utilizzare blocchi annidati e costrutti procedurali come l’if, il case e le varie tipologie di loop. Studieremo i cursori e come essi si declinano nel codice PL/SQL tramite esercitazioni pratiche e casi di studio. In questo modo svilupperemo funzioni, stored procedure e package parametrizzabili e automatizzabili.

Import ed export dei dati e altre funzionalità

Nell’ultima sezione del corso vedremo due strategie per gestire l’import ed export dei dati su un database Oracle:

    • le procedure get_line e put_line del package di sistema utl_file
    • lo strumento Oracle Sql Loader

Faremo inoltre un’excursus sull’infrastruttura del database Oracle, la creazione di utenti e i relativi TableSpace. Metteremo infine in pratica tutto quanto studiato sviluppando in PL/SQL il noto algoritmo di Machine Learning del Perceptron.

 

Informazioni generali

La docenza del corso è tenuta da me, Nicola Iantomasi, qui trovi la pagina del sito con la mia biografia.

In modalità one-to-one la durata del corso è di 16 ore e il costo è di 560€, pari a 35€ orari.

Spesso mi viene chiesto di erogare il corso contemporaneamente a più colleghi della stessa azienda. In questo caso il costo è di 50€ orari. Ovviamente l’aggiunta di partecipanti rende le lezioni meno personalizzabili, anche se beneficiano dell’interazione e della condivisione di più persone.

Le lezioni si tengono in diretta streaming, solitamente con il software di videochiamata Zoom. Gli studenti hanno la possibilità di registrare sul proprio pc le lezioni, in modo da poter accedere a vita ai contenuti.

Prerequisito del corso è una buona conoscenza delle basi del linguaggio SQL. Se non hai esperienza sulla materia puoi guardare la scheda del corso introduttivo all’sql e ai database relazionali.

 

Materiale didattico

Il database d’esempio, gli script, gli esercizi con le soluzioni e tutto il materiale didattico saranno consegnati puntualmente alla fine di ogni lezione. Al termine del corso verrà rilasciato un certificato di frequenza con profitto.

 

Corsi correlati

Se sei interessato all’ambiente Microsoft SQL Server, guarda la scheda per il corso di programmazione e sviluppo in T-SQL.

Alcune recensioni dei miei studenti

Nicola Iantomasi ha accolto con… Nicola Iantomasi ha accolto con apertura le mie richieste e offerto un piano di lezioni su misura per le mie esigenze. Sempre disponibile, gentile e puntuale. Un insegnante preparato e professionale!

Ilaria
19/11/20

Umanità, correttezza e passione vanno a formare il profilo di un grande professionista, meritando sicuramente di essere caldamente consigliato e ringraziato.

Mattia Piovano
01/09/20
Torna su