corso oracle

Corso Oracle e il linguaggio PL-SQL

Il corso “Oracle e il linguaggio PL-SQL” è rivolto a chi ha già delle conoscenze di base sui database relazionali e sulla programmazione SQL e desidera scoprire particolarità, funzionalità aggiuntive, ma anche le insidie, proprie del linguaggio PL-SQL in ambiente Oracle.

Durante il corso tratteremo inizialmente le principali peculiarità e differenze del PL-SQL rispetto all’SQL standard e al T-SQL di Microsoft Sql Server. Semplicemente analizzando gli acronimi dei linguaggi troveremo le prime  differenze significative: infatti se la parte Structured Query Language è in comune, il prefisso PL in PL SQL sta per “Procedural Language” riferendosi dunque alla possibilità di un paradigma procedurale da affiancare alle peculiarità dichiarative dell’SQL. Questo si rifletterà immediatamente sul codice: in una stored procedure scritta su Oracle vedremo un uso più frequente di cursori, cicli e condizioni if a cui (giustamente) non siamo abituati se abbiamo lavorato sempre in ambito SQL Server.

Discuteremo e ci eserciteremo su quei comportamenti essenziali da conoscere, al fine di evitare i frequenti e gravi errori originati dal passaggio da un ambiente di lavoro ad un altro senza le dovute accortezze e competenze. In seguito vedremo come utilizzare il PL-SQL per scrivere delle stored procedure efficienti, performanti, leggibili e con una corretta gestione delle transazioni e degli errori.

 

Il programma del corso Oracle e il linguaggio PL-SQL

Il corso è diviso in tre sezioni.

Peculiarità del PL/SQL e confronto con il T-SQL

Partiremo analizzando le principali differenze tra il PL-SQL e il T-SQL su tematiche inerenti i tipi di dato, il rapporto tra null e stringa vuota, le regole di comparazione tra testi e la gestione delle transazioni.

Analizzeremo le peculiarità proprie della sintassi di Oracle come il modo di interrogare, visualizzare e manipolare le date, oltre alle principali funzioni per gestire le stringhe. Vedremo inoltre come utilizzare cte, subquery, tabelle temporanee e analytic function in analogia con gli altri RDBMS.

Per queste analisi utilizzeremo il client gratuito Sql Developer, oltre a dare un’occhiata al comodissimo tool online Oracle Live SQL e all’interfaccia a linea di comando SQL Plus.

I blocchi del PL-SQL

A questo punto entreremo nel vivo del linguaggio PL-SQL parlando dei blocchi anonimi e named. Vedremo la classica struttura di un blocco secondo il paradigma Declare – Begin – Exceptions – End, analizzando subito i potenti mezzi che Oracle ci mette a disposizione per dichiarare variabili dal tipo dinamico e gestire efficientemente gli errori.

Vedremo casi pratici in cui utilizzare blocchi annidati e costrutti procedurali come l’if, il case e le varie tipologie di loop. Studieremo i cursori e come essi si declinano nel codice PL/SQL tramite esercitazioni pratiche e casi di studio. In questo modo svilupperemo funzioni, stored procedure e package parametrizzabili e automatizzabili.

Import ed export dei dati e altre funzionalità

Nell’ultima sezione del corso vedremo due strategie per gestire l’import ed export dei dati su un database Oracle:

    • le procedure get_line e put_line del package di sistema utl_file
    • lo strumento Oracle Sql Loader

Faremo inoltre un’excursus sull’infrastruttura del database Oracle, la creazione di utenti e i relativi TableSpace. Metteremo infine in pratica tutto quanto studiato sviluppando in PL/SQL il noto algoritmo di Machine Learning del Perceptron.

 

Informazioni generali e corsi correlati

In questa pagina trovi tutte le informazioni su prezzi, durata, modalità di erogazione e materiali dei miei corsi. Prerequisito del corso è una buona conoscenza delle basi del linguaggio SQL. Se non hai esperienza sulla materia puoi guardare la scheda del corso introduttivo all’sql e ai database relazionali. Se sei interessato all’ambiente Microsoft SQL Server, guarda la scheda per il corso di programmazione e sviluppo in T-SQL.

 

Alcune recensioni dei miei studenti

Nicola Iantomasi ha accolto con… Nicola Iantomasi ha accolto con apertura le mie richieste e offerto un piano di lezioni su misura per le mie esigenze. Sempre disponibile, gentile e puntuale. Un insegnante preparato e professionale!

Ilaria
19/11/20

Umanità, correttezza e passione vanno a formare il profilo di un grande professionista, meritando sicuramente di essere caldamente consigliato e ringraziato.

Mattia Piovano
01/09/20
Torna su